//
reading...
Concerti Milano, Franca Masu, MITO, MITO SettembreMusica, Teatro Martinitt

Franca Masu, Mark Harris, Fausto Beccalossi, Salvatore Maltana, Roger Soler: AZULEJOS – come il mare negli occhi, Martedì 6 settembre 2011, MITO SettembreMusica

MITO dedica una parte del programma concerti di quest’anno alle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia, ripercorrendo la musica italiana da Monteverdi fino ai nostri giorni, soffermandosi anche – come in questa serata – sulle tradizioni popolari regionali. Franca Masu, la “voce catalana di Sardegna”, martedì 6 settembre al Teatro Martinitt (CLICCA QUI: MAPPA) alle ore 22.00, porta la canzone algherese contaminandola con nuovi territori sonori più vicini al jazz riuscendo a conservare, comunque, un legame forte con la sua tradizione.

Franca Masu, voce (sito: http://www.francamasu.com/)

Mark Harris, pianoforte (sito: http://www.markharris.it/)

Fausto Beccalossi, accordeon (sito: http://www.myspace.com/beccalossi)

Salvatore Maltana, contrabbasso (sito: http://www.myspace.com/salvatoremaltana)

Roger Soler, percussioni (sito: http://www.myspace.com/rogersoler)

Posto unico numerato € 5

La musica di Alghero, città sarda in cui ben il 40% degli abitanti parla una variante del catalano, è diversa da tutta la musica sarda e al tempo stesso è testimonianza di suoni e culture a noi molto familiari. “Azulejos” è un titolo emblematico e quanto mai appropriato per questo spettacolo in cui si coglie l’aspetto più intimo della sensibilità e della forza femminile e di un’isola, la Sardegna, posta nel cuore dei mari. “Azulejos” è il canto della solitudine ma è anche il canto di una donna che tiene stretto il laccio con le sue radici, prima sarde poi catalane, senza dimenticare di essere naturalmente italiana, con una voce che invade, spazia, gioca e sussurra. Un’interpretazione particolare ed entusiasmante, confermata nella sua valenza da uno straordinario quartetto guidato dal grande Mark Harris e scelto per affrontare questo viaggio d’amore per mare.

MITO SettembreMusica in collaborazione con Ponderosa Music & Art e Teatro Martinitt

Franca Masu, cantante di grande talento, approda al jazz quasi per caso ed appare sulla scena musicale in concerto con il clarinettista americano Tony Scott che la definisce “una delle migliori voci in Italia”. Totalmente autodidatta, ha collaborato con numerosi musicisti dell’area jazzistica sarda e italiana. Franca Masu, abile e fantasiosa improvvisatrice di “suoni della voce” è dotata soprattutto di profonda sensibilità interpretativa, utilizza lo strumento vocale come mezzo espressivo di grande duttilità, in grado di superare spesso i confini del territorio più puramente jazzistico per lasciarsi influenzare dalle sonorità mediterranee. Oggi infatti rivela le sue originali e suggestive interpretazioni utilizzando il catalano di Alghero. Nel suo primo CD El meu viatge (Saint Rock) prodotto ed arrangiato da Mark Harris confluiscono, come in un unico affresco, le inquietudini, i sogni, gli slanci, le malinconie, i desideri più segreti di una artista che, dalla sua isola di Sardegna offre il suo canto di vita, d’amore, di costa, di morte, al grande mare che la seduce in questo “viaggio” senza spazio e senza frontiere. Nel 2003 pubblica il secondo lavoro Alguímia (Aramúsica), omaggio ai canti più struggenti della tradizione algherese. Nel 2006 pubblica il nuovo cd Aquamare (Aramúsica-Felmay) definito dalla critica italiana e spagnola il lavoro più completo e maturo dell’artista. Nel 2008 pubblica Hoy como ayer (Felmay-Egea) grande lavoro dedicato al tango argentino.

Mark Baldwin Harris Musicista americano,tastierista, polistrumentista, arrangiatore, compositore e produttore discografico nell’ambito della musica leggera Italiana.  Il suo impegno è sempre orientato alle attività didattiche per infondere nelle nuove generazioni la conoscenza e l’armonia musicale. Tra le sue numerose collaborazioni ricordiamo: Fabrizio De André, Napoli Centrale, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci, Edoardo Bennato, Eros Ramazzotti, Articolo 31, Patty Pravo, Mia Martini, Pino Daniele, Roberto Vecchioni, Eugenio Finardi, Tony Esposito e tantissimi altri. Con la sua etichetta Saintrock produce nel 2000 il cd di esordio di Franca Masu “El meu Viatge” che riceve il Premio SGAE e da Radio4 (BCN) la menzione speciale come migliore opera prima.

Fausto Beccalossi inizia molto giovane lo studio della fisarmonica cromatica con lo stile classico, presso il Conservatorio Statale di Brescia, approfondendo successivamente le tematiche inerenti lo sviluppo dell’improvvisazione jazzistica. Attualmente è considerato uno dei massimi specialisti in campo nazionale e internazionale del suo strumento. Nel corso di un seminario di SienaJazz ’94,viene notato da Enrico Rava, che lo seleziona per un workshop con il gruppo dei migliori allievi del corso senese. Nel ‘97 inizia la carriera da professionista con alcuni gruppi italiani quali: Gramelot di Simone Guiducci, Bombardieri quartet, Nuevo Tango, Otello Savoia quartet. Negli ultimi anni ha collaborato e registrato con alcuni fra i migliori musicisti dell’area jazzistica italiana ed internazionale tra cui: Wheler, Gibellini, Mirabassi, ietropaoli, Fresu, Negri, Maria Pia De Vito. Suona stabilmente con il quintetto di Simone Guiducci con il quale ha inciso due CD e con la cantante sarda Franca Masu con cui ha inciso il cd AQUAMARE e HOY COMO AYER. Svolge un’intensa attività concertistica in tutta Europa e fa parte dell’ensemble che accompagna dal 2007 il grande chitarrista Al Di Meola in tour mondiali.

Salvatore Maltana inizia giovanissimo lo studio metodico del basso elettrico. Nel ‘95 frequenta i seminari jazz di Nuoro, organizzati da Paolo Fresu studiando con Attilio Zanchi e suonando in vari gruppi di musica d’insieme. Nello stesso anno e nel ‘96 vince la borsa di studio presso gli stessi Seminari. Nel corso degli anni frequenta le masterclass di alcuni tra i più famosi musicisti internazionali quali: Steve Lacy, Sheela Jordan, Ralph Towner, Pierre Favre e Miroslav Vitous. Nel 2001 frequenta i corsi invernali di Siena Jazz studiando la musica per trio (piano, contrabbasso, batteria) con S.Battaglia, P.Dalla Porta e F.Sferra. Dal 1996 al 2006 ha suonato con il sassofonista Enzo Favata. Ha collaborato e suonato con: Paolo Fresu, Enrico Rava, Flavio Boltro, Paolino Dalla Porta, Ares Tavolazzi, Django Bates, Daniele Dibonaventura, Riccardo Luppi, Roberto Cecchetto, Sandro Satta, Michel Marr, Andrè Jaume, Michele Rabbia, U.T.Gandhi, Tamara Obrovac, Mauro Palmas, Orchestra Metropole dell’Olanda, Tenores di Bitti. Dal 1997 costituisce con la cantante algherese Franca Masu un ensemble che ha portato alla realizzazione di tre cd, “El meu viatge” (Saintrock), “Alguìmia” (Felmay) del quale è arrangiatore insieme a Mauro Palmas, e “Aquamare” (Felmay/Egea). Con la Masu svolge attualmente un intenso lavoro di concerti in tutta Europa e in Canada. Dal 2003 è docente di contrabbasso e basso elettrico nei seminari invernali di Nuoro Jazz organizzati e diretti da Paolo Fresu e Giovanni Agostino Frassetto.

Roger Soler Imenez, nato a Barcellona nel 1981, è considerato l’ultimo discepolo del grande percussionista Miguel “ANGA’” Diaz, si distacca nel panorama del flamenco jazz e del latin Jazz come membro della “ANGA’ FUSION” condividendo le scene con Jerry Gonzalez e Horacio “El Negro” Hernandez, fra i tanti, e la Compagnia catalana di Latin Jazz. Ha suonato con Chano Dominguez, Ginesa Ortega, Pep Motos, e molti altri. Ha suonato al Tablao Tarantos e ha partecipato a molti festivals importanti. Collabora attivamente dal 2006 con Franca Masu e attualmente sta frequentando gli studi di grado Superiore per conseguire il titolo di docente di Percussione moderna al Conservatorio Superiore di Musica del LICEU di Barcellona.

*

PER INFORMAZIONI E VENDITA BIGLIETTI:

Biglietteria MITO

Urban Center – Galleria Vittorio Emanuele 11/12

telefono  02.88464725 / 02.88464748

c.mitoinformazioni@comune.milano.it

www.mitosettembremusica.it

App MITO SettembreMusica a Milano per iPhone e iPod-Touch disponibile su http://itunes.apple.com/it/app/id438402161

 

UFFICIO STAMPA MITO Settembre Musica:

Carmen Ohlmes

MITO SettembreMusica

Responsabile comunicazione (Milano)

02.88464722 / 339.4118058

Mariarosaria Bruno

MITO SettembreMusica (Milano)

02.88454175 / 347.3120110

Coordinamento Ufficio Stampa nazionale MITO

Mara Vitali Comunicazione

Monica Ripamonti  – 02.70108230 / 348.0608294

stampa@mitosettembremusica.it

Annunci

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Gustavo Bonora Exfabbricadellebambole Milano arteGUSTAVO BONORA su Attilio FORGIOLI - Alla Fondazione Stelline di Milano la mostra  di Forgioli fino al 13 ottobre 2012
Attilio Forgioli, MOSTRA A MILANO
- Una mozione di eccentricità - scrive Bonora - e, ad un tempo, di centralità: Attilio Forgioli, eccentrico rispetto alla dominante ed estenuata cronaca Postmoderna, ma centrale quanto all’iconicità storica, appare con un acuto di consistenza metafisica che, mentre intrattiene anche su contenuti “effimeri” (le scarpe, le bistecche, ecc.), li propone con la densità iconica che colma l’aspettativa estetica. > LEGGI >>
Tieffe Teatro Menotti, Milano arte e cultura, stagione 2012 2013
Tieffe Teatro Menotti, La manomissione delle parole, Gianrico Carofiglio, Milano arte e cultura
LA MANOMISSIONE DELLE PAROLE di e con Gianrico Carofiglio regia Teresa Ludovico.
Noi facciamo a pezzi le parole (le manomettiamo, nel senso di alterarle, violarle) e poi le rimontiamo (nel senso di liberarle dai vincoli delle convenzioni verbali e dei non significati). Solo dopo la manomissione, possiamo usare le nostre parole per raccontare storie. Gianrico Carofiglio - Ragionevoli Dubbi Teatro Menotti >>>
Teatro Menotti, Il ventaglio, Carlo Goldoni, regia Alberto Oliva, Milano arte e cultura
IL VENTAGLIO di Carlo Goldoni, regia Alberto Oliva. "Si respira l’aria della fine di un’epoca, la decadenza scrosta i muri e mina le fondamenta del paese. In questo si può leggere un legame con la nostra contemporaneità" Teatro Menotti >>>

Peau d’Arts Paris – Manon Morin

Manon Morin
Peau d'Arts Paris, a cura di Manon Morin - Mur d'arts contemporains pour artistes, intervenants de l'art et toutes personnes qui aiment les arts.
galerie talmart paris
Vernissage de JIZO, DIVINITE JAPONAISE de Jean-Marc Forax - 1er juin au 7 juillet 2012 - Une série de dessins aquarelles de Jizo, personnage japonais qu'on trouve sur les routes, divinité qui accompagne gaiment les enfants injustement punis.  Avec une vidéo de Shunsuke François Nanjo, et sonorisation de Hogo. Galerie TALMART - 22, rue du Cloître Saint-Merri, 75004 Paris - http://www.galerietalmart.com/
dadamaino-milano-arte-expo
Dadamaino: “Lucio Fontana ha avuto un ruolo determinante nella mia pittura; […] Se non fosse stato Fontana a perforare la tela, probabilmente non avrei osato farlo neppure io. LINK all'articolo per immagini, dettagli, orari.
dadamaino
Dadamaino: “Lucio Fontana ha avuto un grande ruolo nella mia pittura; ...Se non fosse stato Fontana a perforare la tela, probabilmente non avrei osato farlo neppure io.

Categorie


milano musica


Milano Musica, in collaborazione con il Teatro alla Scala, promuove il progetto COSTRUIRE CON LA MUSICA, prima raccolta italiana di strumenti per le scuole di musica in Medio Oriente e Africa, in partenariato con Music Fund, e per il nascente “Sistema italiano delle Orchestre infantili e giovanili”
musicfund
Music Fund soutient des jeunes musiciens et des écoles de musique situées dans des pays en voie de développement ou dans des zones de conflit: (1) Music Fund coordonne des collectes d'instruments de musique en Europe et veille ensuite à  leur restauration et à leur distribution. Ainsi des centaines d'instruments sont offerts aux écoles de musiques en Afrique et au Moyen Orient chaque année.
http://www.musicfund.be/


stradivarius

Fondata nel 1988, la casa discografica Stradivarius si è imposta all'attenzione del mercato discografico internazionale come etichetta specializzata nelle incisioni di musica rinascimentale-barocca e del repertorio contemporaneo. Questa polarità delle scelte programmatiche, in cui si intersecano di volta in volta registrazioni rare e di notevole valore artistico (ad esempio la serie "Un homme de concert" che ha sancito ufficialmente la collaborazione con il grande Sviatoslav Richter), sono state suggerite dalla precisa volontà di assumere una connotazione estremamente caratterizzante nel panorama produttivo discografico. Ampio lo spettro in cui spazia Stradivarius, che propone pubblicazioni di musica sacra, secolare, vocale, strumentale, solistica, da camera e per grandi orchestre, e accanto ai celebri interpreti, l'etichetta milanese promuove giovani artisti di indiscusso talento.
Bruno Canino, René Clemencic, Alan Curtis, Kees Boeke, Emilia Fadini, Oscar Ghiglia, Jean Pierre Dupuy, Gabriel Estarellas, Monica Huggett, Lucas Pfaff, Josep Pons, Josep Pons, Arturo Tamayo, Ensemble Contrechamps de Genève, Munster Kammerorcheter, Meinzer Kammerorchester, Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra verdi di Milano, Orchetre Philarmonique de Radio France, sono solo alcuni nomi e formazioni che hanno inciso per Stradivarius.
Con la linea Times Future, inoltre, la Stradivarius è diventata casa di riferimento nel repertorio contemporaneo, pubblicando opere di Donatoni, Sciarrino, Maderna, Petrassi, Molino, Fedele, Kogoj, De Pablo, ed altri ancora.
I CD Stradivarius sono distribuiti su scala mondiale.
SITO WEB: CLICCA QUI
FACEBOOK: CLICCA QUI

Articoli Recenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: