//
reading...
canti popolari, Concerti Milano, MITO, MITO SettembreMusica, Teatro Elfo Puccini

MITO SettembreMusica: Venti canti popolari italiani elaborati da venti compositori italiani; Alda Caiello, soprano e Maria Grazia Bellocchio al pianoforte

Alda Caiello, soprano

MITO SettembreMusica propone un concerto davvero imperdibile tra tradizione popolare e contemporaneità: Viaggio in Italia. Nuovo canzoniere italiano. Il canto popolare, testimonianza di vita nelle differenti condizioni sociali, economiche e culturali, è presentato da Alda Caiello e Maria Grazia Bellocchio, martedì 6 settembre alle ore 17.00 al Teatro Elfo Puccini. (clicca qui: MAPPA)  Un programma che racchiude i molteplici volti della nazione italiana in centocinquant’anni di storia. Una grande esperienza collettiva legata ai tempi e ai luoghi del nostro Paese come li scandiscono le stagioni, la natura e le tradizioni, seguendo le tappe delle esperienze della vita umana, dalla nascita alla morte. Tarantelle, pizziche, villanelle, tamurriate e saltarelli per MITO SettembreMusica. Venti canti popolari italiani, uno per regione, elaborati da venti importanti compositori italiani: (in ordine di programma) Adriano Guarnieri, Azio Corghi, Fabio Nieder, Michele dall’Ongaro, Ennio Morricone, Gabriele Manca, Matteo Franceschini, Stefano Gervasoni, Sylvano Bussotti, Sandro Gorli, Nicola Sani, Federico Gardella, Marco Di Bari, Clara Iannotta, Giovanni Verrando, Alessandro Solbiati, Ruggero Laganà, Luca Mosca, Claudio Ambrosini, Giorgio Gaslini.

In collaborazione con Elfo Puccini Teatro d’Arte Contemporanea

Alda Caiello, soprano

Maria Grazia Bellocchio, pianoforte

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

In live streaming sul sito www.mitosettembremusica.it

Programma

PRIMA PARTE

Adriano Guarnieri, “La risaia” (Emilia Romagna)

Azio Corghi, “Due canzoni popolari piemontesi” (Piemonte)  prima esecuzione assoluta

Fabio Nieder, Due canzoni slovene del territorio di Trieste (Venezia-Giulia), “Ljubica po vodo j´sla – Eno dreuce”

Michele dall’Ongaro, “Carnascialata dei pulcinelli” (Sicilia)

Ennio Morricone, “Bella quanno te fece mamma tua” (Lazio)

Gabriele Manca, “Gobbula” (Sardegna)

Matteo Franceschini, “Canzom” (Trentino)

Stefano Gervasoni, “Çë m’pe ti zog sod” (Basilicata)

Sylvano Bussotti, “Bovi Bovi dove andate” (Toscana)

Sandro Gorli, “’O cunto ‘e Masaniello” (Campania)

SECONDA PARTE

Nicola Sani, “Partì Mmaria” canto di Passione (Marche)

Federico Gardella, “Voici venir la nuit” (Valle d’Aosta)

Marco Di Bari, “Maramaje” (Abruzzo)

Clara Iannotta, “C’era una volta” da La bella gigogin (Lombardia)

Giovanni Verrando,   “Si credea fosser frati e invece eran mulattieri” (Liguria)

Alessandro Solbiati, “Dolçe amore” (Umbria)

Ruggero Laganà, “A Calavrisella” (Calabria)

Luca Mosca, “Tenghe na favecella” (Molise)

Claudio Ambrosini, “Se il mare fosse de tocio/E mi me ne so’ ‘ndao” (Veneto)

Giorgio Gaslini, “Serenata d’amore” (Puglia)

*

Maria Grazia Bellocchio ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio G. Verdi di Milano con Antonio Beltrami e Chiaralberta Pastorelli, diplomandosi con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore e ha proseguito gli studi alla Hochschule di Berna con Karl Engel e a Milano con Franco Gei. Nelle sue prime apparizioni in pubblico ha eseguito il concerto di Scriabin con l’ Orchestra della RAI di Milano e il primo concerto di Beethoven con l’Orchestra del Conservatorio di Milano e l’Orchestra Sinfonica Siciliana e Les Noces di Stravinsky al Teatro Comunale di Bologna. Successivamente, sempre in veste di solista, ha suonato con l’Orchestra da camera di Pesaro, Milano Classica, Scottish Chamber Orchestra, Orchestra Toscanini di Parma, Orchestra da Camera di Padova e Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Ha collaborato in formazioni da camera con musicisti quali Ingo Goritzki, Han de Vries, Renate Greis, Wolfgang Mayer, William Bennet, Sergio Azzolini, Rocco Filippini, Franco Petracchi, Elizabeth Norberg Schulz, Salvatore Accardo e Bruno Giuranna. Suona stabilmente in duo pianistico con Stefania Redaelli. Il suo repertorio spazia da Bach ai giovani compositori contemporanei. Collabora stabilmente con il Divertimento Ensemble diretto da Sandro Gorli regolarmente presente nei maggiori festival italiani ed europei, ideatore e promotore della rassegna concertistica “Rondò” dedicata alle nuove creazioni musicali. Ha inciso CD per Ricordi e Stradivarius con opere di Bruno Maderna, Mauro Cardi, Giulio Castagnoli, Sandro Gorli, Franco Donatoni, Matteo Franceschini, Stefano Gervasoni. Prossimamente, sempre per l’etichetta Stradivarius, uscirà un CD dedicato alle musiche per pianoforte di Ivan Fedele. E’ titolare della cattedra di pianoforte all’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Donizetti” di Bergamo e tiene regolarmente corsi di perfezionamento pianistico dedicati al repertorio classico e contemporaneo.

Alda Caiello è una delle più importanti interpreti vocali per i ruoli di soprano, nota per versatilità, raffinatezza e capacità espressive. Diplomata in pianoforte e in canto al Conservatorio di Perugia, ha cantato sotto la direzione di Frans Brüggen, Myung-Whun Chung, Valery Gergiev, Arturo Tamayo, Peter Keuschnig, Massimo de Bernart, Pascal Rophè, Waine Marshall, Christopher Franklin, Stephen Ausbury, Peter Rundel, Lucas Vis, Pietro Borgonovo, Renato Rivolta, Marcello Panni, Fabio Maestri, Marco Angius, Emilio Pomarico. E’ stata scelta da Luciano Berio per  Folk Songs che ha cantato anche sotto  la direzione del compositore a Milano. Adriano Guarnieri l’ha voluta interprete della prima mondiale di Medea per il Teatro La Fenice di Venezia e di  La Passione secondo Matteo a Milano per Il Teatro alla Scala , nonché  di Quare Tristis. Con l’Icarus Ensemble è stata protagonista della prima mondiale di Tenebraedi Adriano Guarnieri, a Rovigo è stata “La cantante wagneriana” dell’opera Anton di Flavio Emilio Scogna diretta dall’autore. All’Holland Festival ha cantato la prima mondiale di Gesualdo, considered as a murderer di Luca Francesconi, ripreso poi a Milano per MITO SettembreMusica 2008. Invitata alla Biennale Musica di Venezia nel  2007 ha cantato  la prima esecuzione assoluta di La Legge di Manzoni, in presenza dell’autore. Ha inciso per BMG/Ricordi, CAM (Fabio Vacchi, musiche per il film di Olmi Cantando dietro i Paraventi), Stradivarius, Rai Trade, Col Legno, Zig Zag Territoires. E’ prossima la pubblicazione di due Cd su Casella, Respighi, Pizzetti e Ghedini, editi da Bottega Discantica.

PER INFORMAZIONI:

Biglietteria MITO

Urban Center – Galleria Vittorio Emanuele 11/12

telefono  02.88464725 / 02.88464748

c.mitoinformazioni@comune.milano.it

www.mitosettembremusica.it

App MITO SettembreMusica a Milano per iPhone e iPod-Touch disponibile su http://itunes.apple.com/it/app/id438402161

 

UFFICIO STAMPA MITO Settembre Musica:

Carmen Ohlmes

MITO SettembreMusica

Responsabile comunicazione (Milano)

02.88464722 / 339.4118058

Mariarosaria Bruno

MITO SettembreMusica (Milano)

02.88454175 / 347.3120110

Coordinamento Ufficio Stampa nazionale MITO SettembreMusica

Mara Vitali Comunicazione

Monica Ripamonti  – 02.70108230 / 348.0608294

stampa@mitosettembremusica.it

Annunci

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Gustavo Bonora Exfabbricadellebambole Milano arteGUSTAVO BONORA su Attilio FORGIOLI - Alla Fondazione Stelline di Milano la mostra  di Forgioli fino al 13 ottobre 2012
Attilio Forgioli, MOSTRA A MILANO
- Una mozione di eccentricità - scrive Bonora - e, ad un tempo, di centralità: Attilio Forgioli, eccentrico rispetto alla dominante ed estenuata cronaca Postmoderna, ma centrale quanto all’iconicità storica, appare con un acuto di consistenza metafisica che, mentre intrattiene anche su contenuti “effimeri” (le scarpe, le bistecche, ecc.), li propone con la densità iconica che colma l’aspettativa estetica. > LEGGI >>
Tieffe Teatro Menotti, Milano arte e cultura, stagione 2012 2013
Tieffe Teatro Menotti, La manomissione delle parole, Gianrico Carofiglio, Milano arte e cultura
LA MANOMISSIONE DELLE PAROLE di e con Gianrico Carofiglio regia Teresa Ludovico.
Noi facciamo a pezzi le parole (le manomettiamo, nel senso di alterarle, violarle) e poi le rimontiamo (nel senso di liberarle dai vincoli delle convenzioni verbali e dei non significati). Solo dopo la manomissione, possiamo usare le nostre parole per raccontare storie. Gianrico Carofiglio - Ragionevoli Dubbi Teatro Menotti >>>
Teatro Menotti, Il ventaglio, Carlo Goldoni, regia Alberto Oliva, Milano arte e cultura
IL VENTAGLIO di Carlo Goldoni, regia Alberto Oliva. "Si respira l’aria della fine di un’epoca, la decadenza scrosta i muri e mina le fondamenta del paese. In questo si può leggere un legame con la nostra contemporaneità" Teatro Menotti >>>

Peau d’Arts Paris – Manon Morin

Manon Morin
Peau d'Arts Paris, a cura di Manon Morin - Mur d'arts contemporains pour artistes, intervenants de l'art et toutes personnes qui aiment les arts.
galerie talmart paris
Vernissage de JIZO, DIVINITE JAPONAISE de Jean-Marc Forax - 1er juin au 7 juillet 2012 - Une série de dessins aquarelles de Jizo, personnage japonais qu'on trouve sur les routes, divinité qui accompagne gaiment les enfants injustement punis.  Avec une vidéo de Shunsuke François Nanjo, et sonorisation de Hogo. Galerie TALMART - 22, rue du Cloître Saint-Merri, 75004 Paris - http://www.galerietalmart.com/
dadamaino-milano-arte-expo
Dadamaino: “Lucio Fontana ha avuto un ruolo determinante nella mia pittura; […] Se non fosse stato Fontana a perforare la tela, probabilmente non avrei osato farlo neppure io. LINK all'articolo per immagini, dettagli, orari.
dadamaino
Dadamaino: “Lucio Fontana ha avuto un grande ruolo nella mia pittura; ...Se non fosse stato Fontana a perforare la tela, probabilmente non avrei osato farlo neppure io.

Categorie


milano musica


Milano Musica, in collaborazione con il Teatro alla Scala, promuove il progetto COSTRUIRE CON LA MUSICA, prima raccolta italiana di strumenti per le scuole di musica in Medio Oriente e Africa, in partenariato con Music Fund, e per il nascente “Sistema italiano delle Orchestre infantili e giovanili”
musicfund
Music Fund soutient des jeunes musiciens et des écoles de musique situées dans des pays en voie de développement ou dans des zones de conflit: (1) Music Fund coordonne des collectes d'instruments de musique en Europe et veille ensuite à  leur restauration et à leur distribution. Ainsi des centaines d'instruments sont offerts aux écoles de musiques en Afrique et au Moyen Orient chaque année.
http://www.musicfund.be/


stradivarius

Fondata nel 1988, la casa discografica Stradivarius si è imposta all'attenzione del mercato discografico internazionale come etichetta specializzata nelle incisioni di musica rinascimentale-barocca e del repertorio contemporaneo. Questa polarità delle scelte programmatiche, in cui si intersecano di volta in volta registrazioni rare e di notevole valore artistico (ad esempio la serie "Un homme de concert" che ha sancito ufficialmente la collaborazione con il grande Sviatoslav Richter), sono state suggerite dalla precisa volontà di assumere una connotazione estremamente caratterizzante nel panorama produttivo discografico. Ampio lo spettro in cui spazia Stradivarius, che propone pubblicazioni di musica sacra, secolare, vocale, strumentale, solistica, da camera e per grandi orchestre, e accanto ai celebri interpreti, l'etichetta milanese promuove giovani artisti di indiscusso talento.
Bruno Canino, René Clemencic, Alan Curtis, Kees Boeke, Emilia Fadini, Oscar Ghiglia, Jean Pierre Dupuy, Gabriel Estarellas, Monica Huggett, Lucas Pfaff, Josep Pons, Josep Pons, Arturo Tamayo, Ensemble Contrechamps de Genève, Munster Kammerorcheter, Meinzer Kammerorchester, Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra verdi di Milano, Orchetre Philarmonique de Radio France, sono solo alcuni nomi e formazioni che hanno inciso per Stradivarius.
Con la linea Times Future, inoltre, la Stradivarius è diventata casa di riferimento nel repertorio contemporaneo, pubblicando opere di Donatoni, Sciarrino, Maderna, Petrassi, Molino, Fedele, Kogoj, De Pablo, ed altri ancora.
I CD Stradivarius sono distribuiti su scala mondiale.
SITO WEB: CLICCA QUI
FACEBOOK: CLICCA QUI

Articoli Recenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: